Proverbi Lombardi - Linguarossa

logo Linguarossa
Vai ai contenuti
Proverbi
Lombardi
Buona lettura... ♥
Il proverbio viene definito spesso come la saggezza dei vecchi ed è senz’altro una saggezza che merita di essere tramandata ai giovani. A chi non è capitato di citarne qualcuno a conclusione di un discorso tanto per sottolineare quello che si è appena detto? Molti proverbi sono andati persi nel tempo e qui voglio continuare a tenerli in vita.
~ MODI di DIRE ~
Proverbi Lombardi


  ✔   Laurà cun legria, l’è ‘l mej mestéè che ga sia.
         -(Lavorare con allegria, è il più bel mestiere che ci sia.)-


  ✔   El mond l’è mezza de vend e mezz de comprà.
         -(Il mondo è metà da vendere e metà da comprare.)-


  ✔   La boca i ghe l’à toeucc, el co i ghe l’à poc.
         -(La bocca l’hanno tutti, la testa in pochi.)-


  ✔   Ciàpèn da chi che’l piàns e daghèi a chè’l che’l grègna.
         -(Prendi soldi a chi si lamenta e danne a chi sorride.)-


  ✔   Al dutur e al cunfessur bisogna dich tuscoss.
         -(Al medico e al confessore bisogna dire tutto.)-


  ✔   Cent amis de spess hin pocch, on nemis l’è semper tropp.
         -(Cento amici spesso sono pochi, ma un nemico è sempre troppo.)-


  ✔   Pöi l’è r’fradé d’moi.
         -(Poi è il fratello di mai.)-


  ✔   A perdonà ai cattiv se fa tort ai bon.
         -(A perdonare ai cattivi si fa torto ai buoni.)-


  ✔   Al povrét agh manca tant, a l’avar agh manca tut.
         -(Al povero manca tanto, all’avaro manca tutto.)-


  ✔   Chi sent e tas el mantée la pas.
         -(Chi sente e tace mantiene la pace.)-


  ✔   Amùr de fradèi, amùr de cortèi.
         -(Amore di fratelli, amore di coltelli.)-


  ✔   Tre coss impossibel: fa tasè i donn, fa corr i vecc, fa sta fort i bagaj.
         -(Tre sono le cose impossibili: far tacere le donne, far correre i vecchi, tenere fermi i ragazzi.)-


  ✔   Chèl che l’sà a l’laùra, chèl che l’sà mìa l’insègna.
         -(Chi sà lavora, chi non sa insegna.)-


  ✔   Dopo la quarantìna ü dulùr ògne matìna.
         -(Dopo i quarant’anni un dolore ogni mattina.)-


  ✔   Chi nass bella, nass maridada.
         -(Chi nasce bella nasce sposata.)-


  ✔   A dientà ècc, a s’diènta s-cècc.
         -(Diventando vecchi si diventa bambini.)-


  ✔   Pan vin e gnocca, e s’el voeur fioccà, ch’el fiocca.
         -(Pane vino e donna, e se vuol nevicare che nevichi.)-


  ✔   Dané fà dané, pioecc fa pioecc.
         -(Soldi fan soldi, pidocchi fan pidocchi "cioè chi ha più soldi più guadagna")-


  ✔   La tropa cunfidenza la fa perd la riverenza.
         -(La troppa confidenza fa perdere il rispetto.)-


  ✔   Pret e pij hin mai sagoj.
         -(Preti e polli non sono mai sazi.)-


  ✔   Persagh, fich e mlon tòti bon ala sò stagion.
         -(Pesche, fichi e meloni sono buoni alla loro stagione.)-


  ✔   Faa e desfaa l’è tutt on lavorà.
         -(Fare e disfare è tutto un lavorare.)-


  ✔   L’è mèi ü rat in bóca al gat, che ün òm in mà a ün aocàt.
         -(È meglio un topo in bocca ad un gatto, che un uomo in mano ad un avvocato.)-


  ✔   Busej e giurament, de solit i è parent.
         -(Bugie e giuramenti, di solito sono parenti.)-


  ✔   La pressa l’è buna de ‘nda al cess quand che la scapa.
         -(La fretta è buona per andare al gabinetto quando scappa.)-


  ✔   L’amor sénza barùfa al fè la mufa.
         -(L’amore senza baruffa fa la muffa.)-


  ✔   I danè guadagnà senza sudur, se spénden senza dulur.
         -(I soldi guadagnati senza sudore si spendono senza dolore.)-


  ✔   Amur e gelusia se fann sémper cumpagnia.
         -(Amore e gelosia si fanno sempre compagnia.)-


  ✔   La belezza di donn l’è in di oeucc di òmen.
         -(La bellezza delle donne è negli occhi degli uomini.)-


  ✔   Pòver e vécc, nu gh’è de pécc.
         -(Povero e vecchio, non c’è di peggio.)-


  ✔   Var mia cur, basta rivà in temp.
         -(Non serve correre, basta arrivare in tempo.)-


  ✔   La vitta l’è on bòof.
         -(La vita è un soffio.)-


  ✔   Magna, bef e tas, s’at vö vivar in pas.
         -(Mangia, bevi e taci se vuoi vivere in pace.)-


  ✔   Ci che tò miée a bunùra, coi so bagaj el laùra.
         -(Chi prende moglie presto, lavora con i suoi figli.)-


Grazie della visita...

La Lombardia è una regione italiana a statuto ordinario dell'Italia nord-occidentale, prefigurata nel 1948 e istituita nel 1970. Gli abitanti sono 10 060 574 e il territorio è suddiviso in 1 507 comuni. Ha il suo capoluogo nella città di Milano e confina a nord con la Svizzera, a ovest con il Piemonte, a est con il Veneto e il Trentino-Alto Adige e a sud con l'Emilia-Romagna.
La Lombardia è una terra particolarmente ricca dove natura, storia, arte e cultura si fondono armoniosamente con innovazione, tecnologia, moda, divertimento e modernità.
Le province sono:
Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano (capoluogo), Monza e Brianza,
Pavia, Sondrio, Varese.
Sito è on-line dal 30.12.2011, grazie a tutti gli amici che sono passati a trovarmi...
hot line
smallseotools.com –  pagerank checker CSS Valido! sito protetto Licenza Creative Commons
Torna ai contenuti