Proverbi Calabresi - Linguarossa

logo Linguarossa
Vai ai contenuti
Proverbi Calabresi
Buona lettura... ♥
Il proverbio viene definito spesso come la saggezza dei vecchi ed è senz’altro una saggezza che merita di essere tramandata ai giovani. A chi non è capitato di citarne qualcuno a conclusione di un discorso tanto per sottolineare quello che si è appena detto? Molti proverbi sono andati persi nel tempo e qui voglio continuare a tenerli in vita.
~ MODI di DIRE ~
Proverbi Calabresi


  ✔   Fimmana senz’arduri è comu rosa senza hiavru.
         -(Donna senza calore è come rosa senza odore.)-


  ✔   L’amura cumìncia ccu u càntu e finìscia ccu u chìantu
         -(L’amore comincia col canto e finisce col pianto.)-


  ✔   ‘U ciucciu ‘e due patruni, more d’a fame e d’a site.
         -(L’asino di due padroni, muore di fame e di sete.)-


  ✔   Uacchiu chi ‘un vide, core chi ‘un dole.
         -(Occhio che non vede, cuore che non soffre.)-


  ✔   Quandu stuti a lumera, simu tutti e’ na manera!
         -(Quando si spegne la luce, al buio siamo tutti uguali!)-


  ✔   Paga caru e seda mparu.
         -(Paga caro e avrai tutte le comodità.)-


  ✔   Matrimuniu tra parienti, guai e turmienti.
         -(Matrimoni tra parenti, guai e tormenti.)-


  ✔   Li sordi fannu veniri la vista olli cecati.
         -(I soldi fanno tornare la vista ai ciechi.)-


  ✔   Irtu, rina e cunnu, caccianu l’uominu d’u munnu.
         -(Salita, lavoro e sesso allontanano l’uomo dal mondo.)-


  ✔   Criscianu l’anni e criscianu i malanni.
         -(Aumentano gli anni e aumentano i malanni.)-


  ✔   Sulu chi fa sbagghja.
         -(Solo chi fa le cose, rischia di sbagliare.)-


  ✔   Chi sta dintru o te ‘ncorna o te scorna.
         -(Chi sta dentro casa tua o ti fa le corna o ti porta via qualcosa.)-


  ✔   Cu’ prima non pensa dopu suspira.
         -(Chi prima non pensa dopo sospira.)-


  ✔   Tussa e ammuri non s’ammuccianu.
         -(La tosse e l’amore non si possono nascondere.)-


  ✔   Sulu a ra morte ‘un c’è riparu.
         -(Solo contro la morte non si può far niente.)-


  ✔   U vinu ‘a vita allonga, ll’acqua accurcia ll’anni.
         -(Il vino allunga la vita, l’acqua l’accorcia.)-


  ✔   Cu cerca aiutu di parenti, aspetta fino a quandu ‘nci cadunu i denti.
         -(Chi chiede aiuto dai parenti, attende fino alla caduta dei denti.)-


  ✔   Cu sparta pija a megghju parta.
         -(Chi divide si prende la parte migliore.)-


  ✔   Cu sapi u cammina, non strudi i scarpi.
         -(Chi sa dove andare, non consuma le scarpe.)-


  ✔   U fissa parra sempre pe primu.
         -(Lo stupido parla sempre per primo.)-


  ✔   Acquazzina ‘un inchie puzzu.
         -(La rugiada non riempie il pozzo.)-


  ✔   Bona maritata, senza donna e canata.
         -(Contrae un buon matrimonio chi non ha né suocera né cognata.)-


  ✔   Oni testa è nu tribunali.
         -(Ogni testa è un tribunale.)-


  ✔   L’amuri è comu l’acqua: in calata va in chianata no.
         -(L’amore è come l’acqua: va in discesa ma non in salita.)-


  ✔   Casa senz’amuri, casa cu duluri!
         -(Casa senza amore, casa con dolori!)-


  ✔   Dulure de mole, dulure de core.
         -(Il mal di denti è come il mal di cuore; forte e duraturo.)-


  ✔   Si a fatica era bona, l’ordinava u medicu.
         -(Se il lavoro facesse bene lo prescriverebbe il medico.)-


  ✔   Cu pucu si vivi e cu nenti si mori.
         -(Con poco si vive e con niente si muore)-


  ✔   A meglia parola è chilla ca ‘un se dice.
         -(La miglior parola è quella che non si dice.)-


  ✔   Maru cu sta ‘mpisu all’amuri, na vota nasci e natri centu mori.
         -(Triste chi dipende dall’amore: nasce una volta e cento muore.)-


  ✔   U mele nta vucca e u feli nto cori.
         -(Miele in bocca, veleno nel cuore.)-


  ✔   L'avaru è cumu u porcu, è bonu doppu mortu.
         -(L'avaro è come il maiale, è utile dopo morto.)-


  ✔   U bugiardu ndavi u ndavi bona memoria.
         -(Il bugiardo deve avere buona memoria.)-


  ✔   A bona vicina dura quantu dura a nivi marzulina.
         -(Una buona vicina dura poco come la neve di marzo.)-


Grazie della visita...

Calabria Regione dell’Italia, situata all’estremità meridionale della penisola, tra il Tirreno e lo Ionio. Ha una superficie di 15.222 km2, 404 Comuni e una popolazione di 1.956.687 ab. nel 2018; densità 129 ab./km².
Terra aspra, forte e di rudi contrasti, la Calabria rivela mille facce. Non solo acque limpide e trasparenti, spiagge di sabbia quasi desertica e scogliere, cibi succulenti, ma anche montagne e foreste maestose, fiumare, ampie vallate ed aree archeologiche.
I dialetti della Calabria rientrano nel quadro dei dialetti centromeridionali.
Comprende le province di Catanzaro (capoluogo regionale), Cosenza, Crotone, Reggio di Calabria e Vibo Valentia.
Sito è on-line dal 30.12.2011, grazie a tutti gli amici che sono passati a trovarmi...
hot line
smallseotools.com –  pagerank checker CSS Valido! sito protetto Licenza Creative Commons
Torna ai contenuti